Il Dirigente scolastico emana il seguente Atto di Indirizzo per le attività della scuola e per le scelte di gestione e di amministrazione relativi alla redazione del PTOF:

Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa è da intendersi non solo quale documento con cui l’Istituzione dichiara all’esterno la propria identità, ma quale programma in sè completo e coerente di strutturazione del curricolo, di attività, di logistica organizzativa, di impostazione metodologico-didattica, di utilizzo, promozione e valorizzazione delle risorse umane, con cui la scuola intende perseguire gli obiettivi dichiarati nell’esercizio di funzioni che, pur essendo comuni a tutte le istituzioni scolastiche, contemporaneamente la caratterizzano e la distinguono.

Il coinvolgimento e la fattiva collaborazione delle risorse umane di cui dispone l’Istituto, la motivazione, il clima relazionale ed il benessere organizzativo, la consapevolezza delle scelte operate e delle motivazioni di fondo, la partecipazione attiva e costante, la trasparenza, l’assunzione di un modello operativo che miri al miglioramento continuo di tutti i processi di cui si compone l’attività della scuola chiamano in causa tutti. Solo in questo modo il Piano, da mero adempimento, diventa reale strumento di lavoro, in grado di valorizzare le risorse umane e strutturali e di dare una direzione chiara all’attività dei singoli e dell’Istituzione nel suo complesso.

In attuazione dell'art. 2, comma 1, del decreto-legge 12 maggio 1995, n.163, è emanato l'allegato schema generale di riferimento, denominato: "Carta dei servizi della scuola", predisposto dal Dipartimento della funzione pubblica, d'intesa con il MIUR. 

Principi fondamentali

La Carta dei servizi dell’Istituto ha come fonte di ispirazione fondamentale gli artt. 3, 33 e 34 della Costituzione Italiana e contiene i principi e le modalità operative fondamentali secondo cui viene erogato il servizio scolastico nell'Istituto.

FileDimensione del File
Scarica questo file (carta_servizi.pdf)Carta dei servizi166 kB

La mission dell’I.C. è da identificare nell’obiettivo:

Il nostro Istituto tra gli strumenti di monitoraggio delle proprie prestazioni utilizza questionari che sono stati somministrati a Studenti, Genitori, personale Docente e personale ATA.

La diagnosi effettuata fornisce informazioni necessarie per: